Civica Trentina

Cambia il Trentino!

REFERENDUM COSTITUZIONALE: CIVICA TRENTINA PER IL NO ALLA RIFORMA RENZI-VERDINI

 

Di seguito esponiamo una sintesi delle ragioni per cui il nostro movimento è fermamente contrario alla modifica della Costituzione imposta a suon di voti di fiducia da una maggioranza che sta in piedi grazie a decine di parlamentari che nel corso della legislatura hanno cambiato la casacca che gli elettori avevano loro consegnato. Un bel viatico davvero! Prossimamente Civica Trentina esporrà le ragioni del propio NO con specifico riferimento alla nostra Autonomia speciale, che, contrariamente a quanto sostiene il centrosinistra sedicente autonomista succube di Renzi, è seriamente messa in discussione dalla riforma. Continue reading

MOSCHEA A TRENTO? LA POSIZIONE DI CIVICA TRENTINA

In questi giorni hanno fatto discutere le dichiarazioni del Sindaco di Trento e dell’imam Breigheche (quello che ha recentemente paragonato il burkini all’abito delle suore cattoliche), che sembrano aver ormai dato per scontato la costruzione di una moschea a Trento. L’imam, forse viaggiando sulle ali dell’entusiasmo suscitato dalla disponibilità del Sindaco, afferma addirittura (vedi Adige 13.9.2016) che “è il piano regolatore a dire che a Trento ci deve essere una moschea”, con tanto di cupola e minareto precisa. Continue reading

Idrosadenite suppurativa: malattia rara. Molte le persone affette e ignorate anche in provincia di Trento. Quale l’atteggiamento della Giunta provinciale?

 

Sono purtroppo davvero molto numerose le malattie rare non solo non riconosciute, ma che colpiscono soggetti che – oltre che con la conseguente precarietà della propria salute – si trovano, loro malgrado, a dover fare i conti con un atteggiamento di sostanziale indifferenza dalle stesse Istituzioni che, almeno in teoria, sono preposte alla salvaguardia della salute pubblica. Una di queste malattie rare è senza dubbio l’idrosadenite suppurativa. Si tratta, in breve, di una malattia cronica della pelle – conosciuta anche come acne inversa o malattia di Verneuil, spesso abbreviata con la sigla HS dal termine inglese Hidradenitis Suppurativa – caratterizzata da aree di infiammazione con alterazioni cutanee che vanno da ciò che nel linguaggio comune definiamo, “brufoli” o “foruncoli” a veri e propri profondi noduli, lesioni maggiori e cicatrici. Continue reading

APSS E NUOVO STUDENTATO UNIVERSITARIO AD ALA. LE PROMESSE ELETTORALI DIMENTICATE PROGETTO CANCELLATO LEGATO ALLA PROMESSA PRESENZA UNIVERSITARIA? QUALI LE RAGIONI DI UN RITARDO CHE PARE CLAMOROSO? CHI PAGA? QUALI LE VARIAZIONI DI PROGETTO E QUALI LE LIEVITAZIONI DEI COSTI? POSSIBILE UNA TRASFORMAZIONE IN CASA DI ACCOGLIENZA PER PROFUGHI E CLANDESTINI?

La credibilità e l’efficienza di un’Amministrazione provinciale, non si misurano soltanto, evidentemente, nella sua capacità di approvare o far approvare determinati provvedimenti – a partire, se possibile, da quelli promessi o comunque parte di un programma condiviso -, ma anche se non soprattutto in quella di saper realizzare poi concretamente determinate opere che possano incidere in termini positivi sul benessere dei cittadini e più in generale sulla qualità della vita quotidiana di una comunità; il tutto, anche se pare quasi superfluo trovarsi a doverlo sottolineare, entro tempistiche degne di persone serie e non di imbonitori.

Continue reading

RINNOVO SEMESTRALE DELLE PATENTI DI GUIDA PER ANZIANI ESENZIONE TICKET PER LE CERTIFICAZIONI MEDICHE OBBLIGATORIE LA PROVINCIA CANCELLI “LA TASSA SULLA GUIDA” SU ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI!

La competenza per quanto riguarda le procedure di rinnovo delle patenti di guida, com’è noto, è chiaramente di rango statale senza alcuna possibilità – neppure minima – di intervento su questo specifico settore di un Legislatore regionale o provinciale.
E’ altresì chiaro il motivo, principalmente di tutela pubblica, per il quale la regolamentazione della disciplina detti scadenze precise e le limitazioni per quanto concerne la concessione e il rinnovo obbligatoriamente semestrale della patente di guida oltre una certa fascia di età o in caso di malattie invalidanti. Fin qui, nulla di grave dal momento che è giusto vi sia un controllo accurato delle attitudini psico-fisiche di coloro che si mettono alla guida in condizioni che potrebbero, più di quelle di altri soggetti, risultare compromesse. Continue reading

ARCO DOCET PAESAGGIO TRENTINO E TUTELA STORICO/ARCHITETTONICA CONTRO LE DEVASTAZIONI SPECULATIVE LA SOPRINTENDENZA ABBIA UN RUOLO NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Per quale ragione l’intero complesso urbanistico-paesaggistico di Arco – che ha, a tutti gli effetti, una grande importanza per essere stato uno die Kurort europei come Merano o Baden-Baden – non risulta adeguatamente tutelato dalla Soprintendenza trentina?

E’ un quesito che magari alcuni sono si sono posti ma, in effetti, abbastanza sorprendente per la mancanza istituzionale che evidenzia. Continue reading

VALLE DI GRESTA E PERICOLI GALLERIA SULLA SP 88, ALL’ALTEZZA DI VALLE SAN FELICE PERICOLO ACCECAMENTO DEI CONDUCENTI CON RIPETUTE SEGNALAZIONI FINORA IGNORATE? A QUANDO IL RICHIESTO SISTEMA DI ILLUMINAZIONE?

La Strada Provinciale 88 – che da Mori va in valle di Gresta – è già di per sé un’arteria molto trafficata d’estate e resa spesso pericolosa dal comportamento di alcuni (pochi ma pericolosi!) motociclisti che la attraversano e percorrono impropriamente – per usare un eufemismo – credendosi quasi su una pista da corsa.
Sennonché al km 6 nell’abitato di Valle San Felice, v’è una breve e improvvisa galleria che fu realizzata proprio per dare certezze e sicurezze al transito.
L’unico passaggio negativo, nella sua realizzazione risalente a circa venticinque anni fa, è la sua mancata illuminazione che spesso, durante l’arco della giornata, si traduce un improvviso pericolo per il riverbero del sole, in entrata in galleria, che si presenta in modo pericoloso essendo il tratto breve e senza lasciare un momento di adeguamento, per così dire, alla vista dei conducenti. Detto questo, ci viene segnalato da più parti – incluse quelle più tecniche – la necessità che questo breve tratto di galleria venga illuminato. Continue reading

(PRESUNTA) “BUONA SCUOLA” AUMENTO ORE DI LEZIONE PER INTERESSI DI PARTITO? 2 ORE AGGIUNTIVE PER INDOTTRINARE ALUNNI E STUDENTI? QUALI LE CONSULTAZIONI PREVENTIVE? QUALE L’ATTENZIONE ALLA VERA FORMAZIONE CHE PORTI AL LAVORO I NOSTRI GIOVANI?

Buona scuola? Se esiste davvero, la buona scuola, è esclusivamente quella che fanno i docenti, i Dirigenti, gli alunni con i loro genitori, insieme il tessuto sociale del territorio, non la politica e che forgia e forma i nostri giovani, alle future professioni senza le ritualità formative, ma con quella concretezza basata nell’intreccio tra formazione e capacità di coniugare i cambiamenti in atto. Continue reading

ALA CITTA’ DI VELLUTO E PATRIMONIO DA VALORIZZARE TURISMO STORICO, CULTURALE, AMBIENTALE E ARCHITETTONICO GRANDE OPPORTUNITA’ DA COGLIERE SI COINVOLGANO LE SCUOLE PER “GITE SCOLASTICHE” CONOSCITIVE DELLE RICCHEZZE CULTURALI DEI BORGHI E CITTA’ TRENTINE

Insieme alla Vallagarina, la Val di Ronchi e la Lessinia, la cittadina rappresenta un avamposto imperdibile del Trentino meridionale al punto che non è affatto azzardato considerarla, vista la sua posizione, una sorta di “biglietto da visita” per tutti coloro che, risalendo dal vicino Veneto, giungono nella nostra provinciale. Celebre per le sete ed i velluti del Settecento e poi – a partire essenzialmente da fine Ottocento e fino alla Grande Guerra (1915-1918) – come stazione internazionale, la località offre a chi la visita un prezioso insieme di testimonianze storiche ed ambientali. Particolarmente degno di nota risulta il centro storico di Ala e, nello specifico, la zona più antica e il quartiere di Villalta, che un tempo era in parte compresa nel perimetro del castello duecentesco.

  Continue reading